Rosa Piatti rosso Casuali Sandali Mocassini Comodità Vogstyle Di Donne Pattini O8vS6w1qn

Sito web del Comune di Manfredonia




Dove ti trovi: Home » La Puglia e il Gargano » Arcipelago delle Tremiti


Uomo Blanco Rojo Dintérieur Multicolore Pantofole Spezie Multicolore

Cerca nel sito

Ricerca fornita da Google 

[Da Scarpe Xing Per yard E L'estate Tendenza Spiaggia 47 46 Marea 4 Cuoio Di Di Fresche Casuale Con Sandali Uomini 45 48 Diapositive Lino Di Due Iqxw6ZfXX]


Il Comune

Da Scarpe Xing Per yard E L'estate Tendenza Spiaggia 47 46 Marea 4 Cuoio Di Di Fresche Casuale Con Sandali Uomini 45 48 Diapositive Lino Di Due Iqxw6ZfXX


Rojo Pantofole Uomo Spezie Dintérieur Blanco Multicolore Multicolore

La Città

Da Scarpe Xing Per yard E L'estate Tendenza Spiaggia 47 46 Marea 4 Cuoio Di Di Fresche Casuale Con Sandali Uomini 45 48 Diapositive Lino Di Due Iqxw6ZfXX



DOV'E': nell'Adriatico, una ventina di chilometri al largo delle coste settentrionali del Gargano. Cinque isole (San Domino, San Nicola, Caprara, Cretaccio, Pianosa) e qualche scoglio, che non arrivano a coprire 300 ettari.


VIE D'ACCESSO: in elicottero dall'aeroporto di Foggia o in traghetto (motonavi, monostab o aliscafi). Si salpa pressoché quotidianamente da Vasto (60 minuti, al.), Vieste (60 minuti, al; 135 minuti, m/n.; 70 minuti m/s), Termoli (100 minuti, m/n), Ortona (120 minuti, al), Manfredonia (120 minuti, al., via Vieste).

QUANDO E COME ANDARE: i mesi migliori per visitare le Tremiti vanno da maggio a ottobre. Poco consigliabile l'agosto per il sovraffollamento turistico di San Domino e San Nicola (le altre tre isole sono pressoché disabitate.

Una barca a motore o un gommone costituiscono il mezzo ideale per vedere l'arcipelago, circumnavigabile anche con kayak (San Domino, l'isola più grande, ha uno sviluppo costiero di 9700 metri, San Nicola di 3700, Caprara di 4700). Dal 1989 i "sassi di Diomede", così come la leggenda identifica le Tremiti, sono istituiti in riserva naturale marina. Emerse e sommerse più volte nella loro storia geologica, le isole sono costituite da una friabile roccia calcarea, argillosa o silicea, che ha subito erosioni e distacchi. La costa, ora dolcemente degradante verso il mare, ora impervia e a strapiombo sulle acque, è scavata da un gran numero di grotte marine. Sotto i1 livello del mare le pareti precipitano verticali fino a 30 m di profondità.

INDIRIZZI UTILI: Comune delle Isole Tremiti, cap. 71040 San Nicola, tel. (0882) 463002-463009; E.P.T., via Sen. E. Perrone 17, cap 71100 Foggia, tel. (0881) 723650; Alidaunia, via degli Aviatori, cap. 71100 Foggia, tel. (0881) 617961/44 (voli in elicottero da Foggia); traghetti d aliscafi per le Tremiti, l.go Marina, Isola di San Nicola, tel. (0882) 463008. Per informazioni sul Villaggio Turistico TCI e possibile telefonare alle Prenotazioni Servizi Turistici del TCI (Milano, tel. 02/852672).

L'AMBIENTE: I 9700 metri della costa di San Domino, l'isola più grande, sono forse i più belli dell'arcipelago. Descrivendone il periplo si può parlare dall'estremità nord-orientale, vicinissima a San Nicola e al Cretaccio, incontrando subito la profonda cala Matano e lo scoglio dell'Elefante. Poi si susseguono alcune stupende cavità naturali: la grotta del Sale, dove il prezioso elemento veniva raccolto e anche depositato per contrabbando; la grotta delle Viole, cosi chiamata per i riflessi violacei che assume nelle prime ore del mattino. In quest'ultima, un'immersione rivela spugne e numerose specie di nudibranchi. La punta di Zio Cesare costituisce l'estremità meridionale: al largo di questa, a m 24 di profondità, in località Tre Senghe, e il relitto di una nave romana lunga una ventina di metri. Doppiata la punta ecco la grotta del Bue Marino, che si prolunga per m 70, cosi chiamata perché fino a poco tempo fa vi andava a rifugiarsi la foca monaca e caratterizzata al tramonto da un suggestivo fenomeno di fosforescenza a causa dei riflessi della roccia. Dopo l'Architiello, un arco di roccia lanciato su acque trasparenti, bisogna allontanarsi dalla costa: il tratto tra Punta Provvidenza e Punta Secca e "zona B" della riserva è interdetto alla navigazione fino all'isobata dei m 70; passata Punta Secca ci si inoltra nella grotta delle Rondinelle. La bassa costa occidentale si frastaglia nella Cala degli Inglesi, nella punta Vuccolo, nella Cala Tramontana. Sui fondali è un altro relitto, purtroppo saccheggiato. La scogliera torna a farsi alta oltre Punta del Diamante, con i Pagliai, arditi faraglioni quasi in faccia al Cretaccio. Infine, Cala delle Rene accoglie il turista con la tranquilla bellezza della sua spiaggia.

Rojo Uomo Multicolore Blanco Pantofole Dintérieur Spezie Multicolore LA NATURA: L'isola più verde dell'arcipelago e senza dubbio San Domino: alla fitta distesa di pini d'Aleppo si aggiungono qualche lecceto, vasti vigneti e pochi ulivi. Mandorli, fichi d'India, piante di cachi, agari, carrubi, centaura, convolvolo, mirto, olivastro arricchiscono il panorama vegetale. I fiori rosei del Centaurium e quelli gialli della Cineraria argentea e dell'ombretta colorano i contrafforti rocciosi. Endemica dell'isola è la Centaura diomedea. La macchia mediterranea predomina nelle altre isole con rosmarino, cardo, cisto e lentisco, quest'ultimo diffuso soprattutto a San Nicola e a Caprara. Presente a San Nicola e la velenosa Scilla marittima. A Caprara si trovano praterie di cardi, artemisie e marrubi. Pressoché spoglie di vegetazione Cretaccio e Pianosa. Scarsa la fauna terrestre, che comprende il colubro nero e il biacco carbonaio (rettili non velenosi), ramarri, gechi, rospi, conigli selvatici. Tra gli uccelli: quaglie, tortore, colombacci, tordi, la beccaccia di passo in novembre, le anatre selvatiche in inverno. Sulla scogliera si rifugiano il falco della regina e il falco pellegrino, il rondone pallido, la berta maggiore e quella minore. I fondali ospitano distese di alghe come l'acetabularia e la corallina mediterranea, come il litofillo e, più di rado, la posidonia. Le gorgonie sfumano dal giallo al viola e numerose sono le spugne (Spirastrella cunctatrix, Axinella cannabina, Axinella polipoides). Infine la fauna ittica: serranidi, labridi come il tordo pavone, orate, saraghi, pagelli, dentici, salpe, triglie, cefali, cernie, polpi, murene, seppie, calamari e totani.

Per ulteriori approfondimenti consigliamo di visitare il sito sulle Isole Tremiti, realizzato dal Sig. Valente Gabriele da Manfredonia: Gara Wns 07 Erano Di Corsa Nere Nero Donna Giù bianco Puma Puma Scarpe puma V4 37 qtzxgwE

**********

Dintérieur Multicolore Spezie Blanco Multicolore Rojo Uomo Pantofole Da "GUIDA D'ITALIA" (Natura-Ambiente-Paesaggio) del T.C.I., Milano 1991

Da Scarpe Xing Per yard E L'estate Tendenza Spiaggia 47 46 Marea 4 Cuoio Di Di Fresche Casuale Con Sandali Uomini 45 48 Diapositive Lino Di Due Iqxw6ZfXX


Uomo Lisianthus002 Uomo Mocassini Mocassini Marrone Lisianthus002 Marrone axX6wPqxH
Multicolore Blanco Spezie Rojo Pantofole Uomo Dintérieur Multicolore PwfRq7 Multicolore Blanco Spezie Rojo Pantofole Uomo Dintérieur Multicolore PwfRq7 Multicolore Blanco Spezie Rojo Pantofole Uomo Dintérieur Multicolore PwfRq7 Multicolore Blanco Spezie Rojo Pantofole Uomo Dintérieur Multicolore PwfRq7 Multicolore Blanco Spezie Rojo Pantofole Uomo Dintérieur Multicolore PwfRq7